martedì 15 dicembre 2009

DREAMCAST - BORDER DOWN

un CaPoLaVoRo molto impegnativo


Border Down è uno sparatutto a scorrimento orizzontale prodotto da G.REV (produttrice anche del fantastico under defeat) e, a detta di molti, il suo DNA è in parte derivato dal famoso gioco “Metal black” (titolo uscito nel 1996, prima in sala poi su Sega Saturn).
Questo sparatutto ha una caratteristica di gioco molto particolare: il cambio di difficoltà durante la partita, in quanto ogni volta che si muore, quando si ritorna in vita, continueremo con un livello di difficoltà maggiore, come se si venisse “puniti” per la nostra sconfitta. (vi assicuro che è una cosa che a primo impatto può essere frustrante, ma poi da un senso di sfida più unico che raro ;) )
I livelli di difficoltà sono 3: Verde, giallo e rosso.
Il livello verde è il più facile, il giallo è quello di difficoltà intermedia e il rosso è il livello ovviamente più ostico.
E’ possibile scegliere il livello con cui iniziare, mentre il livello con cui ci si gioca l’ultima possibilità, è sempre quello rosso.
Se si inizia al livello rosoo e si viene uccisi, la partita terminerà, mentre se si viene uccisi in quello verde o in quello giallo, si proseguirà nel livello di difficoltà successivo, fino a quando si verrà uccisi nel livello di maggior difficoltà.
Anche le modalità di sparo principali sono 3 (Forward laser, Homing laser & Break laser) mentre l’intensità di fuoco ha 5 livelli di potenza, che aumenta man mano vengono distrutti nemici.
Dal punto di vista grafico e sonoro, non c’è molto da dire se non che merita ottimi voti!
Si può definire il gioco più raro per dremacast probabilmente…
E’ stato prodotto in un totale di 15000 esemplari, 10000 nella prima pubblicazione e 5000 in una seconda ristampa visto il successo del gioco.
Il gioco usci inizialmente come arcade nel 2003 (su hardware NAOMI) e venne pubblicato, in ambito domestico, UNICAMENTE su Dreamcast (diventando una delle migliori esclusive di sempre) il 25 settembre 2003 e distribuito solo su suolo nipponico.
La versione normale era composta dal solo disco di gioco, mentre la versione limitata era corredata anche dal cd con la colonna sonora del gioco.
Inoltre era presente anche un versione SEGA DIRECT che era completa anche di un tappettino per mouse dedicato al gioco!
Il gioco, venne distribuito in confezioni da cd singole per la versione normale e in custodie doppie da cd per le versioni limited.
Questo titolo è diventato un “pezzo da 90” per ogni collezionista dreamcast e per tutti gli amanti degli shumps, sia per la qualità del titolo, sia per la rarità.
A differenza di altri titoli, questo sparatutto, come accennato sopra, può risultare inizialmente un po’ frustrante, ma appena ci si prende la mano risulta molto divertente, bisogna avere quindi un po’ di pazienza per apprezzare al meglio questo titolo, che ha sicuramente tanto da dare!
Ah, dimenticavo…..è d’obbligo giocarlo con l’arcade stick! ;)





Nessun commento :

Posta un commento